Sognidilucerossapiegataafalcenelmezzodiuncielocoperto

Stando alla luna rossa di stasera, di stanotte, che dire essere bella è come dire che il cielo è grande, ovvero come dire niente, dicevo: stando a questa luna non potrei trovare un buon motivo che mi spieghi questa malinconia, questo sentirmi un po’ spenta e ripiegata e vuota che non so levarmi di dosso prima di andare a dormire; me la porto a letto e so che potrei dormirci, oppure no.

Ci sono sogni che la malinconia lentamente me la sfilano da dentro portandosela chissà dove  senza che io lo sappia e che mi fanno risvegliare sorridente, più leggera; e poi ce ne sono altri che ne aggiungono ancora un po’, invece, e mi fanno salutare l’alba con quel senso di inquietudine che mi accompagna per tutto il giorno, come se avessi dei sacchetti profumati di azzurra e lieve tristezza nelle tasche.

Se potessi decidere di che cosa sognare, però, non saprei scegliere. E meno male che i sogni fanno un po’ loro, meno male che fanno un po’ come gli pare e si scelgono da soli.

Annunci
Sognidilucerossapiegataafalcenelmezzodiuncielocoperto

13 pensieri su “Sognidilucerossapiegataafalcenelmezzodiuncielocoperto

  1. non credo che i sogni si scelgano da soli

    sono il riflesso delle nostre vite, in un linguaggio allegorico-poetico, quello dell’inconscio

    un linguaggio che non ha senso cercare di decifrare “a posteriori” con la mente razionale

    la loro interpretazione ha quindi una utilità relativa, talvolta nulla

    si riesce a descrivere compiutamente un profumo, un bacio, un tramonto?

    no, le parole di per sè limitano le sensazioni, ed i sogni sono emozioni allo stato puro

    1. Se i sogni sono emozioni, allora io, personalmente posso dire di non aver mai scelto quali emozioni provare, ma mi sono limitata a provarle e a sentirle, come i sogni, appunto. Ma mi piace il tuo passaggio razionale dal sogno all’emozione, perchè ciò che mi appare contradditorio mi affascina terribilemte, sempre. 🙂

  2. Invece, io credo che l’interpretazione dei sogni abia utilità: non per il sogno in sè, che probabilmente è un’acozaglia di segni e suoni, ma per la riorganizazione che se ne si fa da svegli.
    quindi, uno ‘decide’ che interpretazione dare di un’emozione che non ha deciso di provare.
    Forse.
    Sono stata spiegata 🙂 ?

  3. sei spiegatissima, Lillo… anzi spiegatisima. Però, però no, non mi ci ritrovo, perchè poi succede che tu interpreti qualcosa che non hai scelto di sognare e allora anche l’interpretazione mica è davvero una scelta, ma solo una conseguenza di una non-scelta… non so se mi sono dispiegata pure io.

  4. E’ che io non so se i sogni sono ‘figurativi’ oppure ‘astratti’, cioè un’acozaglia di segni rimessi isieme ala bel’e meglio da svegli..
    Qualcuno lo sa?
    Indipendentemente da questa speculazione, il tuo scritto è belo!
    Ah, ero su un tuo ‘random post’ e mi è scapato sul più belo. Chisà se lo ritroverò?

    1. son sogni cinematografici, come quando imposti mentalmente un’inquadratura, o un dipinto… più o meno. No? Non ti capita così? Che poi li puoi disegnare, anche… più o meno come te li ricordi… sensa senso, il più delle volte, ma non importa. Anche la malinconia non ha senso, il più delle volte… pare… Se non lo ritrovi, magari mi dici di che parla e te lo ripesco. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...