Dettaglipercontornisfuocatidaesuberodidiottrie

L’idea di osservare l’umano da lontano mi attira molto di più di una conversazione fra individui a distanze troppo ravvicinate, dove l’insieme risulta sfuocato o invisibile. Osservare un dipinto da molto vicino è interessante, permette di capirne la tecnica, ma non la bellezza o l’armonia o la disarmonia d’insieme. Da lontano si vede ciò che è utile per capire, si vede il movimento, lo spazio e come esso accoglie il soggetto, i moti profondi che arrivano dal corpo, dai gesti. Da lontano leggi le incertezze, le tensioni che impacciano i movimenti, gli slanci di energia, le contrizioni, il modo di occupare il Mondo. Sono dettagli che a volte si intuiscono, che non si possono vedere, ma che sono e fanno la differenza. E’ rassicurante o non rassicurante. Se non è rassicurante ci si può fermare lì. Non è una regola universale, ma io, di mio, mi fermo lì… si sa mai…

Se questa è avidità io non lo so, ma non ho la sensazione di accumulare, se non il piacere di aver visto e di averlo pensato, di qualunque natura fosse il risultato. Restituire in qualche modo è poi necessario e altrettanto piacevole; ma non è indispensabile farlo a distanze inutilmente rischiose. Scriverne è un modo sicuro e discreto per rendere merito all’umano.

Annunci
Dettaglipercontornisfuocatidaesuberodidiottrie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...