Stateciattentiagliallevatoridigruccioni!!!

Lo zafferano bastardo, quello ci vuole. Farò un viaggio fin sulla Costa Asiatica del Mar nero, nella Colchide, da dove veniva Medea! Lo troverò e lo userò per arrivare ad allevare gruccioni e debellare le popolazioni di api! Sarà un processo devastante, catastrofico, perchè lo sanno tutti che un mondo senza api non vive. L’allevamento di gruccioni è proibito dalla legge, si sa, quindi è necessario usare lo zafferano bastardo come arma letale per convincere chi di dovere a chiudere l’orbicolo legale e rifidare la pratica antica del massacro degli insetti; pratica che risale alle famose piaghe d’Egitto, dove ancora il temibile antiparassitario doveva essere messo a punto. Secreterò poi l’arma letale camuffandola chimicamente in operone e lasciandola latente per i secoli a venire… finchè un giorno, quando il mondo umano rinascerà, un altro allevatore di gruccioni non dovrà farne uso perpetrando la pratica dell’allevamento occulto.

Annunci
Stateciattentiagliallevatoridigruccioni!!!

23 pensieri su “Stateciattentiagliallevatoridigruccioni!!!

    1. Lo zafferano fa diventare giallo il risotto, ma lo zafferano bastardo fa schiattare sul colpo. E quello che userebbe l’allevatore di gruccioni per convincere i legislatori è zafferano bastardo (Colchium autmnale), che contiene la colchicina, un alcaloide che la strega di Binacaneve userebbe per farcire le mele. Pochi mg bastano a far schiattare un ominide dopo avergli creato nausea, vomito, diarrea e dolori addominali da panico, mentre se usato in dosi adeguate può combattere l’artrite da gotta.Da evitare il contatto con stami e bulbo. 😛

      1. gelsobianco ha detto:

        ah… così è la storia dello zafferano!
        mi è venuta un’idea.
        perchè non vai in vacanza sulla Costa Asiatica del Mar Nero, nella Colchide?
        potresti sempre incontrare Medea e chiederle di aiutarti nella realizzazione del tuo “processo devastante” poichè lei aiutò Giasone nella conquista del vello d’oro…
        sarà esperta in aiuti quindi!
        che ne dici?
        quando parti?
        potrei aggregarmi anche io… se ti va l’idea e la mia compagnia.
        🙂
        gb

        1. Sì, l’idea della tua compagnia mi va moltissimo; purtroppo Medea non è tipa raccomandabile, che pure a Giasone non è che poi finì granchè bene. Meglio affidarsi ai manuali di farmacologia e botanica, và!
          Ciò non toglie che il viaggio lo si possa fare comunque, pur evitando Medea, che è una che se s’incazza son cazzi.

          1. gelsobianco ha detto:

            Medea era un po’ troppo vendicativa in effetti e truculenta anche.
            troppo sangue.
            Giasone era di sesso maschile… e questo dice già molto… anche se esistono uomini decisamente positivi. non è facilissimo incontrarli purtroppo. la concorrenza è molto alta.

            allora noi andiamo con un buon trattato di farmacologia e botanica e la nostra indubbia intelligenza.

            un bel viaggio insieme… noi due.
            io, poi, parlo l’inglese.
            posso essere utile durante i nostri spostamenti.
            …e tu riuscirai nel tuo intento.

            😉
            gb

            1. Indubbiamente Medea aveva le sue buone ragioni, diciamocelo. Però ha piantato su un casino un tantino eccessivo, ecco. E ha messo di mezzo dei bambini che,porelli, mica ne sapevano niente del padre fedifrago. D’altra parte io la capisco anche, per certi versi. Che è una storia controversa, questa,no? Mi piace per questo… e pure Medea mi è sempre piaciuta per questo… comunque… uomini positivi dici? Non ne conosco, eppure di uomini ne vedo tanti, diversi, ogni giorno, perchè ci lavoro… ma quelli positivi nel senso che intenderei io, no, non li conosco, non ne conosco. E’ che le madri, le chiese, le comunità, i mondo in cui crescono, li hanno omologati per bene ed il modello di base non è un granchè, mi sa. C’è niente da fare. Pazienza, prendiamo le robe per quelle che sono e andiamo nella Colchide allora, và. Che ci passa.

              1. gelsobianco ha detto:

                Medea aveva un temperamento un po’ troppo passionale.
                ha fatto un macello, ma aveva alcune scusanti.
                lei ha avuto molta pubblicità. è vero.
                sono secoli che si parla di lei.
                aveva però un grande temperamento.
                ha ispirato tanti Artisti.
                insomma era Medea.
                purtroppo, oggi, accadono ancora tragedie di questo tipo, ma, poi, se guardi bene, sotto vi sono droga , squallore e nullità. le Medea non esistono più.
                oggi, dopo pochi anni di carcere, gli assasini trovano la loro strada:
                o vanno in televisione o scrivono un libro. guadagnano un mucchio di soldi.
                hai ragione: gli uomini (molti non tutti) sono staati omologati da un mucchio di fattori in un modo non positivo.
                certo ci sono le eccezioni.
                gli uomini che rientrano in queste sono già tutti presi da altre donne più furbe.
                andiamocene nella Colchide. 🙂
                non si sa mai… 😉
                comunque almeno stacchiamo.
                gb

                1. oh, nella Colchide al massimo ci troviamo un Giasone qualunque, che lo si sa no, che tutto il mondo è paese! E dopo questa banale verità mi ritiro sotto il mio velo nero e mi rintano nell’eremo. 😛

                  1. gelsobianco ha detto:

                    proprio un velo nero… solo con le fessure per gli occhi o, addirittura, con una trama più sottile all’altezza degli occhi?
                    non lasciarmi con questo dubbio, please!
                    l’eremo è sulla vetta di una montagna?
                    vorrei saperlo!
                    gb

                    1. no, è un velo di quelli tipo molto trasparente, quasi inesistente, che se mi metto quelli veri, che già son cecata di mio, dalla montagna ci cado di sicuro.Comunque l’eremo è proprio dentro la roccia di un dirupo a strapiombo che dà su una forra dove non arriva mai il sole, tranne che a marzo e dura solo due ore.:P

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...