Tra sottosuolo e sole

Mi sono avvicinato al film di Luchino Visconti, “Lo straniero”, con molta circospezione. Il libro da cui è tratto, scritto da Albert Camus, è uno dei miei preferiti. Chi vuole può leggersi le mie impressioni sullo stesso nell’articolo che ho scritto tempo fa. Proprio perché ho letto il libro tante volte, ero titubante nell’affrontare la versione cinematografica.

Il film è magistrale. Visconti non “inventa” nulla, segue nei minimi dettagli la trama del romanzo. I dialoghi sono riportati alla lettera e le atmosfere che respiravo leggendo il libro le ho ritrovate, pur nella diversità di mezzo espressivo. Mastroianni nella parte di Meursault è eccellente. Non aggiungo altro, ve lo consiglio.

View original post

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...