Ipocalorica – Incipit di una tragedia annunciata

Beccato! Con la testa nella credenza! Che credevi, che ti credessi assente, altrove?!! E invece no! Lo sapevo che saresti entrato di soppiatto, che avresti rubato la chiave all’ingresso, che avresti aperto con circospezione la porta e che ti avrei trovato qui, con le mani nel sacco…meglio: nel sacchetto!
Son furba e scaltra, io! E che, non lo sapevi?!!
Io i ladri di boeri li scovo a palpebre abbassate, li annuso, li spio a km di distanza, come se gli avessi messo il microchip nelle mutande!
No, non guardare, dicevo per dire!
E infatti ti scovai!
Anche perchè tu, qui, sei l’unico che mi ruba i boero, profittatore di diete forzate, indegno frequentatore di case di sofferenza, incurante individuo subdolo, indifferente ai miei patimenti solitari e alle mie estenuanti ed infinite battaglie contro le zavorre, tormentata da grammi e tristissime e meste colorie calcolate!
Non hai un minimo di amor proprio, per me medesima, s’intende; non ti sfiora nemmanco un barlume di complice rassegnazione e sacrificio, per me che arranco nella sofferenza da carenza calorica forzata e che si protrae e si protrarrà nei mesi a venire; infinita… sofferenza!
Per me, per la mia debole e indebolita persona, tu non hai rispetto, non ne hai! Perchè mentre tu t’ingolfi e t’ingozzi nell’oscurità degli antri casalinghi, con i miei boero… e ti sporchi la manica pulendoti il kirsch che cola, io muoio! Sappilo!
Ingrato… dopo tutto quello che forse avrei fatto per te se fossi sopravvissuta!
E son morta… quindi esprimo un desiderio, uno solo, l’ultimo, ne ho diritto: dammene uno, uno solo, l’ultimo… che sia una fine degna e che possa morire con l’onore di un appagante cicchetto alla ciliegia e cioccolato, perlomeno.

Annunci
Ipocalorica – Incipit di una tragedia annunciata

26 pensieri su “Ipocalorica – Incipit di una tragedia annunciata

      1. eccerto che puoi! ti suggerisco di non comprare cibi tentatori. nel caso tu convivessi con qualcuno non a dieta, dovrai invitarlo a lasciare i boeri in macchina o in ufficio. altrimenti, non hai scampo.

  1. consiglio di fare la dieta tra Natale e l’Epifania… (e ci siamo quasi!) e non, mi raccomando, NON tra l’Epifania e Natale!
    E fan cul a tout le monde!
    Ecco.

    1. Lo sai Poetella che i tuoi consigli mi piacciono davvero molto? No, perchè hanno, di fondo, un profondo senso della responsabilità che li sostiene, ecco. Amo questo tipo di approccio ai problemi, davvero. E’ rilassante … e mi convincono sempre; e quindi io ribadirei senza timor di esser smentita, fan cul, appunto, come ben tu reciti.

  2. Non so dove …ricordo di aver letto: In presenza di nutella, boeri e quant’altro sospedete la dieta perchè la befano potrebbe non arrivare….
    …e allora…..

    Sicura che fosse l’ultimo boero?…;)

    1. Eh, sì, fu l’ultimo, perchè sto sì rispondendo ai commenti, ma sono mooolto debole e quindi praticamente già in fin di vita. Allungando stancamente una mano, al massimo arrivo alla bustina di dietor e in questi tragici frangenti, credimi mia cara, avrei altre priorità, ovvero sarei ben felice di intravedere un barattolo della nutella che tu citi, lì in fondo allo scaffale in ombra. Ma nulla, solo l’oscuro nulla sull’orrizonte della credenza… Lo so, è triste, perdonami.

    1. non esistono più, Massimo. Per questo li ho scelti, per non cadere in reale tentazione, perchè io sto a dieta veramente veramente. I boeri son ricordi del passato, son storia, non più consumabili… una garanzia, comprendi?

        1. a me non solo un po’, ma in questo particolare fragente, io penso sia meglio, ecco. E comunque in rete ci sono delle ricette che ti permettono di fabbricarteli in casa, ma ovviamente io non ne so nulla, non potrei, non lo farei mai, ecco…

          1. Mi dicono dalla regia che i boeri sono ancora in produzione, Massimo, ma che fortunatamente la rete di distribuzione non va oltre i 1000 metri di altitudine. Non so se il motivo sta in un problema di pressurizzazione che oltre ad una certa quota rischia di farli esplodere, fatto sta che qui non li vendono più.
            E io che da studentessa nei bar ci lavoravo, li ho conosciuti lì e non ci siamo poi più lasciati per diversi anni. Poi sparirono, appunto, come spesso accade con gli amori nati per caso: sono effimeri. Comprendo il moto nostalgico.

  3. Ma fosse questione solo dei boeri ce la potremmo anche fare…
    Li scacceremmo come una popolazione barbara che attenta ai nostri confini!
    Ah le linee di confine… linee sempre incerte, mutevoli… un vero problema!

    Ma tocca difendersi anche dai Ferrero Rochè…dai Pochet Coffee, dai torroncini Sperlari, dai Condorelli, dalle truppe schierate dei Mon chèry e Ricciarelli da quelle dei gianduiotti
    Baci perugina, Lindor, e che dire delle truppe scelte delle M & M?

    Uff …Siamo accerchiati…
    RESISTERE- RESISTERE-RESISTERE !!!

    1. No, a me qulla truppa lì mi fa un baffo. Io ero patita dei boero, il resto non mi tocca ed è una gran fortuna! Però mi piace la pasta, mi piace il pane, mi piace praticamente tutto ciò che se non è zucchero è carboidrato che assorbo come fossi spugna… e poi non restituisco più, questo è il fatto. Ma è il fatto di molti, di troppi. E’ il male della nuova epoca, questo, diciamocelo… l’inutile zavorrarsi, intendo. Ma si resiste, si resiste… che tanto i boeri qui non c’arrivano…

      1. Proprio così.
        Allora pure tu vai matta per la pasta e il pane appena sfornato? Come ti capisco!
        Certo che ormai è quasi un lusso concedersi questi piaceri se non si cambia stile di vita. Io poi mi ritengo ancora fortunato perché mi piacciono le escursioni, il trekking e così riesco a bruciarle le calorie in più. Però non basta mai, per cui aggiungo altri piccoli gesti come il fare sempre le scale, l’andare al lavoro in bici e diverse uscite di chilometri (con la reflex al collo) da quando ho scoperto che la Fotografia può diventare una specie di esercizio di “meditazione” sullo splendore della Natura. Quindi Resistenza sì, ma con qualche indispensabile trasgressione! J

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...