Il manoscritto dei misteri

Mi sfaldo e sono terra fragile, polvere, cenere; volo via fra folate di vento, e poi torno, invisibile. Decifreresti le mie volute fra un rigo e l’altro solo se tu sapessi vibrare come le felci a vento fermo, rigirarti a spirali perfette, mutare in croccanti fibre secche, fragili e morte. Non sei fra le mie lettere e hai chiavi ossidate, prive di serrature facili dove infilarti; per te sono un manoscritto indecifrabile e sei buffo nel tuo arrovellarti fra codici improbabili e logiche inefficaci. Chiediti quali sono i sentieri che ho percorso, se ci tieni; non arriverai a me, ma potresti provare la soddisfazione di perderti per non più ritrovarti, e per una volta i tuoi non sarebbero passi sprecati, credimi; potresti stupirti di quanto è magnifico non riuscire più a ritrovarsi, se la strada nuova che trovi è un po’ più tua, un po’ più vera, viva e sincera. Farai molta più fatica, o forse nemmeno; forse ti lascerai sedurre dalla tua via di lettere vere e sarà facile innamorarti, cedere e finalmente vivere i sogni e sognare di perdere passi e serrature vuote, come negli incubi peggiori, dove se va male, potresti salvarti e rinascere.

Annunci
Il manoscritto dei misteri

4 pensieri su “Il manoscritto dei misteri

    1. Sì, Trame, mi manchi anche tu e tutti gli altri, ma è un momento un po’ così, questo… non dipende da me. Vi vengo a trovare quando posso e passo in silenzio, ma ho poco tempo per scrivere e poca concentrazione. MI spiace. Tuttavia vi penso, sempre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...