Mi voglio pensare come mi pare

L’illuminante percezione di non essere nient’altro che quel che sarò mi ha svegliata all’alba e, si sa, di questa stagione l’alba è buia, quindi non so se l’illuminazione fu un sogno o reale realtà. Finché non mi pongo il problema il problema non esiste; finché non penso, non creo. Tanto vale pensare bene e creare bene, o pensare bello e creare bello. Mi ricordo di quando annaspavo nella feccia; me ne ricordo, ero io, oppure ero io che mi pensavo nella feccia e così nella feccia ci stavo davvero, o per finta, questo non lo so, non me lo ricordo. Adesso che mi son svegliata in un’alba buia d’illuminazione, mi voglio pensare morbida di nuvole, leggera, magari con un vessillo di piuma calda e soffice,una coperta di batuffoli candidi di puro pulviscolo d’aria. Mi voglio pensare come quando si cammina sui sentieri coperti di foglie di castagno e faggio, mentre gli alberi sono caldi ed esplodono di giallo, rosso, ruggine e ocra preziosa tutt’attorno e ti sembra di appoggiare i piedi sulle corolle delle gerbere in estate. Adesso mi voglio pensare libera, anche da me stessa, che son la parte che ha più catene da mettermi addosso, io. Mi voglio pensare senza catene, adesso. MI voglio pensare come quando si sale verso l’aria dopo uno sposalizio fatto di damigelle che volano radenti e velocissime sugli specchi d’acqua e le ninfee esplodono al sole. Mi voglio pensare come la cellula che porta sorriso e vigore, dolcezza, sinfonia, vibrazione d’acqua tiepida e generosa. Mi voglio pensare com’è la parte migliore di quel che sarò; solo così, adesso, mi voglio pensare.

Annunci
Mi voglio pensare come mi pare

8 pensieri su “Mi voglio pensare come mi pare

    1. Io mi sa che se sappiamo chi siamo domani, sappiamo anche chi siamo adesso; se ci pensiamo adesso a come saremo domani, allora pensiamo a chi siamo; ci conosciamo un po’ di più. NOn è mica vero che non possiamo pensare a come saremo. E se possiamo pensare a come saremo, allora possiamo pensare anche a come siamo. Noi siamo quello che pensiamo che saremo, mi sa. Non è una questione di crederci o meno… mi sa che è così e basta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...