Cose scritte sei anni fa…

E’ il giorno dell’incertezza. E’ il primo. Non so ancora se andare, se restare. restare significa il nulla, andare significa qualche cosa di nuovo, forse di non gestibile, che va oltre ciò che sono, che posso essere; è l’incertezza che mi prende. Sono ancora in tempo per rinunciare, per tornare al niente ordinario.

No! Il niente non mi piace. Oggi è il giorno giusto, eppure…

Eppure anche la luce che filtra pallida dalle nubi, rimandando un riflesso ocra sbiadito, spento, languido, tutto quanto nell’aria mi dice che “forse non è il caso”, “forse dovrei farne a meno e vivere il solito scorrere via dei giorni, veloce e lento allo stesso tempo, senza pensare a niente che mi riporti alla mia condizione, a quella che sono diventata e, sopratutto, a quella che avrei potuto, che potrei essere.

Cose scritte sei anni fa…

6 pensieri su “Cose scritte sei anni fa…

    1. E’ finita che me ne andai all’avventura… e di avventura ne ho trovate tante, tutte difficili e stancanti, ma anche utili e illuminanti… E ora è giunto il momento di andare di nuovo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...