Sonounesserebuffoemispocchiogliallucidall’alto

Mi spocchio l’alluce dall’alto e sistemo le ciocche a due mani, poi mi guardo compiaciuta riflessa nel mio muro bianco; potrei essere un elemento buffo, visto e considerato che emergo come un ciuffo d’erba stopposa e secca, l’unica con le punte colorate di giallo e l’unica botanicamente non classificabile. Son buffa, lo so; me ne compiaccio e faccio del mio meglio per giocarmi i centesimi pescando il cigno con il numero giusto, come in un gioco da luna park, solo che mi sento sollevata per il collo, da un anello che non mi lascia scampo, ed il mio numero magico viene esposto alla pubblica vista, sotto. Lo trovo imbarazzante, parliamoci chiaro. E nell’imbarazzo mi ritrovo; è il destino di noi gente buffa, quello di imbarazzarci spesso.

Annunci
Sonounesserebuffoemispocchiogliallucidall’alto