Mi son sempre p…

Mi son sempre piaciute le curve delle carrozzerie delle macchine di un tempo; le curve tonde, come quelle del Maggiolone della Wolksvagen, per capirci. E le linee troppo nette, gli spigoli troppo vivi, i bianchi troppo candidi, le luci troppo chiare non mi sono mai piaciuti, invece. Mi piace la penombra, mi piace il rotondo, mi piacciono le sfumature, i momenti di passaggio; amo l’alba, il crepuscolo, i prismi di vetro ed i giochi di colore. Amo l’ingannevole immobilità del fervente mutare, costante, che in Natura è tanto prepotente e potente da essere inevitabile. Amo la sorpresa che mi viene dal non conoscere, amo stupirmi anche del dolore, dell’inevitabile imprevedibilità degli eventi. Amo plasmarmi, imparare a plasmarmi, sperimentare la plasticità morbida dell’anima.

Annunci
Digressione